loader
Isoterma S.r.l.

IL COLOSSO ESSILORLUXOTTICA SCEGLIE LA BIOMASSA LEGNOSA PER LO STABILIMENTO DI AGORDO


Essilorluxottica sfrutterà il cippato come fonte rinnovabile per lo stabilimento di Agordo, nel cuore delle Dolomiti

Biomassa

EssilorLuxottica, leader globale nella progettazione, produzione e distribuzione di lenti oftalmiche, montature e occhiali da sole, ha ufficialmente dato il via ai lavori per la costruzione del nuovo impianto a biomassa legnosa ad Agordo, nel cuore delle Dolomiti.

La decisione dell’azienda rispecchia gli obiettivi di innovazione e responsabilità ambientale ormai fissati a livello europeo e globale, in un’epoca in cui è necessario, per le imprese, ridurre in maniera drastica la propria impronta di carbonio e le emissioni inquinanti, introdurre processi produttivi sostenibili e incrementare le iniziative a favore dell’ambiente.

Impianto a biomassa legnosa

L’impianto sarà caratterizzato da una potenza di 4,5 MW termici e 1,5 MW frigoriferi, che soddisferanno rispettivamente più del 90% del fabbisogno termico e quasi il 70% del fabbisogno frigorifero dello stabilimento.

Questo progetto permetterà all’azienda di aumentare la propria sostenibilità e di avvicinarsi ulteriormente ai propri obiettivi di carbon neutrality fissati, con largo anticipo rispetto agli obiettivi comunitari, al 2023 per tutte le attività dirette in Europa e al 2025 per il resto del mondo.

In particolare, l’azienda si è posta come obiettivo la riduzione delle emissioni Scope 1 (emissioni dirette di gas ad effetto serra provenienti da installazioni presenti entro i confini dell’organizzazione) e Scope 2 (emissioni indirette di gas ad effetto serra derivanti dalla generazione di elettricità, calore e vapore importanti e consumati dall’organizzazione).

Sfruttamento della biomassa legnosa

L’impianto funzionerà attraverso la combustione di legno cippato, un sottoprodotto legnoso derivante dai boschi del territorio, quindi da una filiera corta: alternativa perfetta alle fonti fossili.

L’uso del cippato, fonte rinnovabile e pulita, non solo diminuirà le emissioni inquinanti e lo sfruttamento di fonti fossili, attraverso un approccio circolare, ma permetterà di utilizzare e smaltire il surplus di assortimenti legnosi, causato dalla recente tempesta Vaia e dall’attacco del bostrico, un insetto che attacca le piante, in cui si sviluppa sotto la corteccia scavando intricate gallerie, che interrompono il flusso della linfa; in tal modo porta inevitabilmente a morte le piante in breve tempo.

Questi ultimi due eventi, infatti, hanno colto impreparato il nostro Paese, non abituato a catastrofi naturali così significative.

La tempesta Vaia, cinque anni fa, ha abbattuto 14 milioni di alberi in Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino e Lombardia.

I gestori forestali tengono normalmente conto di una certa quantità di legno da catastrofe che, se prelevato rapidamente, è ancora di buona qualità e può essere paragonato a quello degli alberi in piedi.

A seguito di questo evento, tuttavia, i tempi sono stati eccessivamente lunghi e la filiera del bosco italiana non è stata pronta nel gestire simili quantità di legno. Il lungo periodo in cui gli alberi sono rimasti sul posto, unito al riscaldamento globale, hanno provocato la proliferazione del bostrico.

La naturale conseguenza di questi avvenimenti è stata la necessità di accelerare il prelievo boschivo, il che ha portato ad avere un surplus di legname.

La decisione di EssilorLuxottica contribuirà quindi anche allo smaltimento di queste eccedenze.  

Perché scegliere la biomassa legnosa

La biomassa legnosa è una fonte rinnovabile, efficiente e in molti casi a costo zero.

Secondo un’analisi condotta da Aiel (Associazione Italiana Energie Agroforestali) sull’ultimo rapporto statistico di Gse, la biomassa legnosa è la fonte energetica rinnovabile più utilizzata in Italia. Nel 2021 essa ha coperto circa il 64% dei consumi termici provenienti da fonti energetiche rinnovabili.

La biomassa legnosa è anche la fonte energetica rinnovabile più efficiente in termini di €/ktep di calore rinnovabile prodotto: vengono prodotti 11.630 MWh di calore rinnovabile ogni 2,1 milioni di euro investiti.

Inoltre, nel 2023, i prezzi dei biocombustibili legnosi sono calati rispetto all’anno precedente: a settembre il costo del pellet è sceso del 40% rispetto al 2022.

Come si legge sul loro sito: “Aiel sottolinea l’importanza di riconoscere il contributo delle biomasse legnose alla transizione energetica anche nel Pniec. L’obiettivo dovrà essere raggiungere i 16,5 Step di energia termica prodotta da bioenergia nel 2030. Se così fosse l’Italia potrebbe evitare l’importazione di oltre 10 miliardi di metri cubi all’anno di gas naturale, dando un’ulteriore spinta alla decarbonizzazione del comparto termico nazionale.

Per Aiel, che raggruppa le imprese della filiera legno-energia e da 20 anni si occupa di valorizzazione energetica delle biomasse agroforestali, non è più possibile dunque sottovalutare l’importanza del legno nel processo di transizione ecologica. Le bioenergie in generale devono quindi necessariamente diventare parte sempre più integrante del mix energetico rinnovabile.”

Affidati a Isoterma

Specializzata dal 2014 nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti chiavi in mano, Isoterma Srl è operatore di rilievo nella realizzazione di impianti termici a biomassa legnosa che beneficiano degli incentivi in Conto Termico (cumulabili con altri incentivi in conto interessi e transizione 4.0, che nel complesso rendono la sostituzione del vecchio generatore di calore un’operazione praticamente a costo nullo).

La nostra unicità risiede nella capacità di gestire il progetto a 360°, considerandone prima di tutto il suo carattere di investimento. Gestiamo pertanto la commessa supportando il Cliente anche nella delicata fase di ottenimento dei finanziamenti bancari, e partendo dallo studio di fattibilità fino alla gestione di tutte le pratiche burocratiche necessarie per l’ottenimento di incentivi e detrazioni, spesso cumulabili tra loro.

Chiama il numero +39 3452946951 o contattaci via mail all'indirizzo commerciale@isoterma.it 

Richiedi una consulenza gratuita!